ATTO COSTITUTIVO

 

Il giorno .ventidue. del mese di.ottobre dell'anno 2004 presso la scuola .Media Statale “Gregorio Caloprese”di Scalea. davanti alla prof.ssa Maria Francesca Ordine. che funge da notaio, i sottoscritti alunni delle classi 2^E 3^E 3^F. costituiscono l'ASSOCIAZIONE COOPERATIVA SCOLASTICA (A.C.S.) “Filo d’erba."

regolata dall'allegato statuto sociale che viene letto ed approvato.

A formare il primo Consiglio d’amministrazione che resterà in carica fino al 30 giugno 2004 

vengono eletti:

1)     Presidente:.Antonio Pappaterra

2)     Vicepresidenti: Paola Fazzolari, Tuccillo Francesco

3)     Consigliere: Presta Emanuele

4)     Consigliere: De.Candia Mario

5)     Consigliere: Capalbo Francesco

 

A Cassieri vengono eletti:

      1)     De Rosa Valerio

2)     Germano Emanuela

3)     Lanuara Vincenzo

  A Segretari vengono eletti:

      1)     .Valente Domenico

2)     Stabilito Alessia

  A formare il primo Collegio dei sindaci che resterà in carica fino al 30 giugno 2004 vengono eletti:

      1)     .Liguori Daniela

2)     Aronne Emanuela

3)     Di Cristo Carmen

4)     Tartaro Alessandro

5)     Dell’Acqua Giovanna

A formare il primo Collegio dei probiviri che resterà in carica fino al 30 giugno 2004.. vengono eletti:

1)                 Auletta Pasquale

2)                 De Santo Gianluca

3)                 Farace Angelo

A Tutori dell'Associazione vengono nominati gli insegnanti:

      1)      .Pennino Aurora

2)     Perrone Anna

3)     Luca Rosetta

4)     Geracitano Luciana

5)     Lufrano Clementina

6)     Bergamo Maria Enrica

7)     Muscarello Romano

8)     Liserre Elena

9)     Franco Antonietta

  Tutte le persone sopra nominate accettano l'incarico.

I soci fondatori versano una quota sociale di  5 euro. ciascuno.

Il capitale sociale iniziale è pertanto di L

Il primo esercizio sociale si chiuderà il

  Letto, approvato e sottoscritto.

     .........................

        (data)

                                                                                      Il notaio ..........................................

 

 

STATUTO SOCIALE

 

Art. 1 (Costituzione)

  E' costituita presso la Scuola Media Statale “Gregorio Caloprese” di Scalea l'Associazione Cooperativa Scolastica (A.C.S.) “Filo d’erba" alla quale aderiscono gli alunni delle classi 2^E, 3^E, 3^F firmatari dell'atto costitutivo.

  Art. 2 (Durata)

  La durata dell'A.C.S. è fissata fino alla conclusione dell'anno scolastico 2004/2005 a meno che non venga decisa prima la cessazione dell'attività da parte dei soci.

  Art. 3 (Scopi)

  L'A.C.S. ha i seguenti scopi:

a) diffondere la conoscenza dei principi, della storia, dell'organizzazione e della funzione sociale della cooperazione fra i ragazzi e i giovani;

b) sviluppare fra i soci lo spirito di collaborazione e di solidarietà e promuovere la sensibilità morale, sociale ed economica;

c)  destinare gli utili dell'attività sociale per soddisfare alcune necessità dei soci, per l'acquisto di servizi e strumenti utili alla scuola;

d)       promuovere l'autogestione e la partecipazione democratica fra i giovani;

  A tali fini l'A.C.S. organizza in forma cooperativa le seguenti attività :

Attività di produzione e vendita di oggetti

Attività di floricoltura

Gestione di attività agricole ( piccolo orto, serra semenzaio)..

  Art. 4 (Soci)

  Il numero dei soci è illimitato ma non può essere inferiore a nove.

Possono far parte dell'A.C.S.:

a) quali soci effettivi gli alunni delle classi 2^E, 3^E, 3^F;

b) quali soci onorari gli insegnanti della scuola, i genitori ed altri simpatizzanti che intendono assicurare all'A.C.S. collaborazione, aiuto e sostegno anche materiale.

La responsabilità dei soci è limitata alla quota sociale versata.

  Art. 5 (Adesione)

  Chi desidera diventare socio deve presentare domanda al Consiglio d'amministrazione dell'A.C.S. specificando:

a) nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e numero telefonico;

b) il numero di quote sociali che intende versare.

I soci hanno l'obbligo di versare almeno una quota sociale nella misura stabilita dall'Assemblea costituente e di concorrere al buon andamento dell'A.C.S., impegnandosi nell'attività sociale ed osservando lo statuto e le deliberazioni sociali.

  Art. 6 (Recesso)

  Il socio che intende recedere dall'A.C.S. deve darne comunicazione scritta al presidente del Consiglio d'amministrazione. Il recesso ha effetto dal giorno in cui il Consiglio ne ha preso conoscenza.

  Art. 7 (Esclusione)

  Il socio può anche essere escluso dall'A.C.S. quando compia gravi mancanze nell'osservanza dello statuto, delle deliberazioni sociali o tenga una condotta riprovevole.

La decisione di esclusione viene presa dall'Assemblea dei soci a maggioranza assoluta di voti.

  Art. 8 (Rimborso)

  Ai soci receduti od esclusi viene ritornata, sempre che la situazione dell'A.C.S. lo permetta, la pura quota sociale versata.

  Art. 9 (Bilancio sociale ed economico)

  L'esercizio sociale ha la durata massima dell'anno scolastico.

Alla fine di ogni esercizio il Consiglio d'amministrazione cura la redazione del bilancio economico. Inoltre provvede a redigere il bilancio sociale, tenendo conto dei seguenti punti: bisogni per rispondere ai quali è stata costituita l’A.C.S; aspettative dei soci; grado di realizzazione degli obiettivi prefissati.

Il bilancio sociale è presentato, discusso ed approvato dai soci nell'assemblea di fine esercizio.

Art. 10 (Organi sociali)

  Sono organi sociali:

a) l'Assemblea dei soci;

b) il Consiglio d’amministrazione;

c) il Collegio dei sindaci;

d) il Collegio dei probiviri;

e) il/i Tutore/i.

  Art. 11 (Assemblea dei soci)

  E’ l’organo sovrano che prende le deliberazioni fondamentali per la vita dell’A.C.S. ed elegge le cariche sociali. Ad essa possono partecipare tutti i soci in regola con lo statuto.

L'Assemblea deve riunirsi almeno due volte all'anno: all'inizio dell'anno scolastico per impostare l'attività sociale ed eleggere le cariche sociali - che potranno rimanere operative fino al termine dell'anno scolastico oppure essere rinnovate parzialmente o totalmente durante l'esercizio sociale (rotazione) - e alla chiusura per approvare i bilanci economico e sociale dell'esercizio.

Essa è validamente costituita con la presenza della metà più uno dei soci e delibera a maggioranza assoluta di voti, salvo che per l'elezione delle cariche sociali per le quali vale la maggioranza relativa.

All'Assemblea vanno invitati anche i soci onorari, i quali però non hanno diritto di voto.

  Art. 12 (Delega)

  Nell'Assemblea ogni socio ha un voto. Il socio impedito di partecipare all'Assemblea può rilasciare delega scritta ad un altro socio. Ciascun socio non può rappresentare più di due soci.

Art. 13 (Svolgimento dell'Assemblea)

  L'Assemblea è presieduta dal presidente dell'A.C.S. ed in sua assenza dal vicepresidente.

Il presidente è assistito da un segretario verbalizzante e da due scrutatori scelti di comune accordo fra i soci presenti.

Il presidente dell'Assemblea prima di iniziare i lavori deve accertarsi che tutti i soci siano stati avvisati ed informati dell'ordine del giorno e che sia presente la maggioranza degli stessi (di persona o rappresentati con delega).

  Art. 14 (Votazioni)

  Le votazioni si fanno per alzata di mano o a scrutinio segreto secondo il desiderio della maggioranza dei presenti.

I Tutori e i soci onorari hanno diritto di parola ma non quello di voto.

  Art. 15 (Relazione dei sindaci)

  All'Assemblea dei soci per l'approvazione del bilancio economico, il Collegio dei sindaci deve riferire ai soci sull'operato del Consiglio d’amministrazione e sulla tenuta dei conti.

  Art. 16 (Relazione dei probiviri)

  All’Assemblea dei soci, convocata per l’approvazione del bilancio sociale, il Collegio dei Probiviri deve riferire sull’andamento sociale dell’A.C.S. con particolare attenzione alle abilità sociali sviluppate.

  Art. 17 (Consiglio d’amministrazione)

Il Consiglio d’amministrazione è composto almeno dal presidente, dal vicepresidente, dal segretario verbalizzante, dal cassiere e da un consigliere eletti dall'Assemblea dei soci, che ne fissa anche la durata in carica. Essi devono essere scelti fra i soci effettivi.

Alla riunione del Consiglio deve partecipare almeno un tutore.

  Art. 18 (Convocazione)

  Il Consiglio d'amministrazione si riunisce su invito del presidente tutte le volte che è necessario per il buon andamento dell'A.C.S.

Le riunioni sono valide con la presenza di almeno metà più uno dei membri più un tutore. Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti. In caso di parità prevale il voto del presidente.

  Art. 19 (Collegio dei sindaci)

  Il Collegio dei sindaci è composto di tre membri scelti fra i soci effettivi. L'Assemblea dei soci fissa la durata in carica del Collegio e ne designa il presidente. I sindaci hanno l'obbligo di vigilare sull'operato del Consiglio d'amministrazione e sulla gestione dell'A.C.S., relazionando alla fine di ogni esercizio, durante l'Assemblea dei soci, per l'approvazione del bilancio.

  Art. 20 (Tutore)

  Le operazioni finanziarie e gli atti con i terzi che comportino responsabilità sono espletati da uno o più tutori nominati dall'Assemblea dei soci fra gli insegnanti.

Data la minore età degli amministratori, i tutori sono anche responsabili per eventuali obbligazioni assunte dall'A.C.S..

Art. 21 (Collegio dei probiviri)

  Il Collegio dei probiviri è composto di tre membri effettivi scelti tra i soci. L’Assemblea dei soci fissa la durata in carica del Collegio e ne designa il presidente. I probiviri hanno l’obbligo di vigilare sull’andamento sociale dell’A.C.S, ponendo attenzione alle abilità sociali e relazionando alla fine di ogni esercizio, durante l’Assemblea dei soci, per l’approvazione del bilancio sociale. I probiviri intervengono, favorendo soluzioni, anche nel caso di controversie che avessero a nascere in seno alla cooperativa.

Art. 22 (Registri)

  L'A.C.S. deve tenere almeno i seguenti libri sociali:

1)   verbali delle riunioni dell'Assemblea dei soci;

2)   verbali delle riunioni del Consiglio d'amministrazione ;

3)   verbali delle riunioni del Collegio dei sindaci;

4)   verbali delle riunioni del Collegio dei probiviri;

5)   libro cassa (entrate - uscite);

6)   libro soci.

  I verbali sono redatti, anche a turno, da un componente dell'organo sociale ai cui lavori si riferiscono.

  Art. 23 (Riferimento normativa)

  Per quanto non contemplato nel presente Statuto, si fa riferimento alla normativa seguita delle società cooperative, in quanto compatibili.