SCUOLA  MEDIA  STATALE

“Gregorio Caloprese”

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE

per l’Istruzione e la Formazione in Età Adulta

87029  SCALEA (Cs)

 E mail:smscalea@tiscali.it -  caloprese@scuolamediascalea.it - http://www.scuolamediascalea.it

Tel. e Fax  0985/20988

 

ANNO SCOLASTICO 2005/06

“Piano d’istruzione e formazione per la popolazione adulta del distretto scolastico n.21“

MOTIVAZIONI

  Il ritmo, la velocità e la complessità dei cambiamenti e delle innovazioni del sistema produttivo in generale e della realtà  socio - culturale, politica e spirituale che caratterizzano negli anni 2000 il mondo, sempre più circoscritto all’interno dei confini del “villaggio globale” esigono sul piano della formazione una disponibilità ad affinare ed aggiornare, in un processo continuo e permanente, il proprio corredo di capacità, conoscenze e competenze per capire e poter gestire i cambiamenti in atto. Di fronte a questo scenario caratterizzato da cambiamenti cosi repentini, la qualità dell’istruzione e della formazione diventano un asse portante dello sviluppo e della crescita civile e morale della persona, che dovrà necessariamente ritrovare nel suo ambiente le occasioni e le opportunità di crescita culturale e professionale per poter vivere il proprio tempo da attore e non da spettatore inattivo e inconsapevole.  
La formazione, dunque, e l’istruzione si collocano all’interno di un percorso finalizzato a fornire risposte e sostegno,  nell'arco di un’intera vita,  ai bisogni di acquisizione e potenziamento di abilità, conoscenze e competenze, di integrazione nel tessuto socio-culturale in cui si opera, per contribuire anche a migliorare la qualità della vita.  

IL CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE

  Il Centro Territoriale Permanente per l'istruzione e la formazione in età adulta istituito presso la scuola media di Scalea  è dotato di un organico DOCENTI, così costituito.

-        Due docenti della scuola elementare;  
-       
Un docente di educazione tecnica;  
-       
Un docente di lettere;  
-       
Un docente di lingua straniera;  
-       
Un docente di matematica.

Obiettivi:

-        attivare un rapporto organico e sistematico di collaborazione fra la scuola e le comunità locali, il mondo del lavoro ed i partner sociali;  
-        promuovere rapporti fra istruzione, formazione professionale e istituti superiori, per l'inserimento nella vita attiva;
-       
innalzare gli standard formativi, rispondendo alle domande di alfabetizzazione culturale, di acquisizione e potenziamento di competenze di base, di opportunità di integrazione sociale, di sviluppo di competenze professionali;  

-         promuovere intese, con convenzioni o accordi di programma, con gli enti locali e territoriali, (ASL, comunità montana, provincia, ecc.), Associazioni di Volontariato, per realizzare occasioni formative in un’ottica di sistema integrato. 

  Il centro nell’anno scolastico in corso è prioritariamente impegnato nelle seguenti attività :

  -         accoglienze e orientamento;  
-       
alfabetizzazione primaria funzionale e di ritorno per italiani e immigrati,  
-        
apprendimento della lingua e dei linguaggi;  
-        
sviluppo e consolidamento di competenze di base e saperi specifici;  
-       
recupero e sviluppo di competenze strumentali, culturali e relazionali;  
-        
acquisizione e sviluppo di una prima formazione o riqualificazione professionale;  
-       
rientro nei percorsi di istruzione e formazione di soggetti in situazioni di marginalità, anche in presenza di handicap.

Il docente di Lettere  curerà aree di intervento finalizzate a:

·       censire i percorsi formativi locali;  
·      
conoscere le potenzialità in termini di offerte di lavoro del territorio;  
·      
disporre di analoghi elementi di informazione a livello nazionale ed europeo per mettere a disposizione degli interessati strumenti adeguati di orientamento;  
·      
favorire azioni di integrazione fra il centro e gli istituti delegati per la formazione professionale (Regione, Provincia, Comune, ecc.);  
·       
definire, con l’apporto degli altri docenti, il percorso formativo per il singolo frequentante;  
·       
effettuare iniziative di sostegno, allo scopo di realizzare interventi individualizzati in relazione alle esigenze dei singoli corsisti;  
·       
sviluppare e coordinare interventi  di tutoraggio.

Tutti i docenti del Centro opereranno per l'acquisizione di saperi che permettano una reale integrazione culturale e sociale per facilitare l'inserimento del discente nel mondo del lavoro, utilizzando come assi culturali di riferimento:

  a)      i linguaggi e le culture;  
b)     
I'alfabetizzazione alla multimedialità;  

c)      la formazione relazionale come conoscenza del sistema sociale, ambientale, economico e geografico.  

  Le competenze da promuovere faranno riferimento ai seguenti elementi:

-         la flessibilità come disponibilità a cambiare ed innovarsi;  
-        
l'analisi dei punti di vista e della realtà come approccio alle altre culture;  
-        
l'integrazione della propria attività in quella complessiva dell'organizzazione;  
-        
la padronanza dei linguaggi e delle tecnologie più diffuse;
-         l'apprendimento continuo come disponibilità ad aggiornarsi e ad apprendere;  
-        
lo spirito partecipativo come capacita di lavorare con gli altri;  
-        
lo spirito di autocritica come capacità di valutarsi.

  MODULI DI FORMAZIONE E ISTRUZIONE

  Il Centro Territoriale Permanente di Scalea si è posto l’obiettivo di realizzare processi di formazione in un rapporto di interazione attiva con le istituzioni private e pubbliche presenti nel territorio.  
Esso pertanto si colloca all’interno di un circuito di interventi e iniziative allo scopo di concorrere, insieme ad altri soggetti, alla offerta di occasioni di formazione permanente in un’ottica di sistema integrato.  
In tale prospettiva il piano delle attività di  formazione degli adulti realizza corsi di alfabetizzazione primaria, di Scuola Media   per Adulti,  di Lingua italiana per Stranieri e corsi monografici non formali , in continuità con la formazione professionale.
 

I moduli prevedono un'ampia possibilità di percorsi "componibili" a misura delle esigenze d'apprendimento individuali. Ogni modulo è composto di più segmenti, di cui il primo è sempre costituto dall'orientamento in ingresso; un pacchetto di attività basate su materiale strutturato, finalizzato a fare emergere caratteristiche, bisogni, attitudini, aspirazioni dello studente.  
La diversificazione dei percorsi successivi nasce dall'incontro fra le esigenze le aspirazioni degli studenti e la valutazione delle opportunità effettuata dai docenti.  
Da un comune lavoro di progettazione nasce il percorso individualizzato: esso può andare nel senso della Formazione scolastica di Base o dalla necessità di unire ad essa una Formazione Professionale.  
Nelle varie  fasi di apprendimento relativi sia ai corsi finalizzati al conseguimento del titolo di studio, sia ai corsi mirati alla formazione di competenze strumentali, gli studenti hanno l'appoggio di un tutore, tanto sul piano dei collegamenti tra i diversi fronti dell'educazione, che sul piano del sostegno agli alunni con disagio, nell'attuazione dei progetti/percorsi personalizzati.  

Il tutor accompagna l'alunno durante le fasi di apprendimento, verifica le relazioni nel gruppo di riferimento e partecipa al tavolo di controllo del Progetto, guidato dal Coordinatore del Consiglio di classe.

Per l’anno in corso vengono, altresì, attuati corsi con moduli brevi di 30-50 ore destinati a una popolazione già inpossesso di un titolo di studio, e di 100 ore per i corsi di informatica finalizzati al conseguimento dell’ECDL Patente Europea per l’uso del PC.  
Tali segmenti aggiuntivi sono articolati in percorsi strutturati, per i quali non si richiede il possesso di prerequisiti relativi alle aree disciplinari proposte, salvo per il corso di Inglese Base livello intermedio e avanzato per il quale è necessario accertare il livello delle competenze già acquisite.